Gli scrittori si forgiano nell'ingiustizia come si forgiano le spade.

Ernest Hemingway

Ernest Hemingway

Professione: Romanziere
Nazionalità: Americano

Suggerimenti per te :

Dobbiamo abituarci all'idea: ai più importanti bivi della vita, non c'è segnaletica.

Un uomo deve subire molti castighi per scrivere un libro veramente divertente.

In cima alla strada, nella capanna, il vecchio si era riaddormentato. Dormiva ancora bocconi e il ragazzo gli sedeva accanto e lo guardava. Il vecchio sognava i leoni.

A parlarne troppo non si apprezza più nulla.

Il dono più essenziale per un buon scrittore è un rilevatore di stronzate, innato ed a prova di bomba. Questo è il radar dello scrittore e tutti i grandi scrittori ce l’hanno.

I vecchi non diventano saggi, diventano attenti.

Nessuno dovrebbe mai restar solo, da vecchio, pensò. Ma è inevitabile.

La corrida è una tragedia; la morte del toro, che è recitata, più o meno bene, dal toro e dall’uomo insieme e in cui c’è pericolo per l’uomo ma morte sicura per l’animale.

Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti.

Non lo disse ad alta voce perché sapeva che a dirle, le cose belle non succedono.

Preferisco un nemico sincero a gran parte degli amici che ho conosciuto.

Nei tempi antichi è stato scritto che è dolce e opportuno morire per la propria patria. Ma nella guerra moderna non c'è niente di dolce e opportuno nella morte. Si muore come cani senza un valido motivo.

È il grande inganno, la saggezza dei vecchi. Non diventano saggi. Diventano attenti.

Dicono che il seme di ciò che faremo è in noi tutti, ma a me è sempre sembrato che in coloro che affrontano la vita scherzando quel seme sia coperto da un humus più ricco e da un letame di migliore qualità.