Non è libero un popolo che ne opprime un altro.

Karl Marx

Karl Marx

Professione: Filosofo
Nazionalità: Tedesco

Suggerimenti per te :

La religione non è che un sole illusorio, che si muove attorno all'uomo finché questi non giunge a muoversi attorno a se stesso.

Uno scrittore è produttivo non nella misura in cui produce idee, ma nella misura in cui arricchisce l'editore che pubblica le sue opere.

La verità o non verità di un pensiero deve essere dimostrata in pratica.

Ma la borghesia non ha soltanto fabbricato le armi che le porteranno la morte; ha anche generato gli uomini che impugneranno quelle armi: gli operai moderni, i proletari.

Con la messa in valore del mondo delle cose cresce in rapporto diretto la svalutazione del mondo degli uomini. Il lavoro non produce soltanto merci; esso produce se stesso e il lavoratore come una merce.

Vai via, vai via! Le ultime parole sono per gli idioti che non hanno detto abbastanza!

A ciascuno secondo i suoi bisogni, da ciascuno secondo le sue possibilità.

Il capitalista ha in comune con l'avaro l'amore della ricchezza come fine a sé stessa. Ma ciò che nell'avaro è soltanto una idiosincrasia, nel capitalista è l'effetto di un meccanismo sociale, del quale egli è soltanto una fra le tante ruote.

La critica della religione è il fondamento di ogni critica.

Le necessità primitive dei lavoratori sono un'assai più ricca fonte di guadagno che le raffinate necessità dei ricchi.

I filosofi si sono limitati a interpretare in modi diversi il mondo; si tratta ora di trasformarlo.

I comunisti lottano per raggiungere i fini e gli interessi immediati della classe operaia.

L'umanità non si propone se non quei problemi che può risolvere, perché, a considerare le cose da vicino, si trova sempre che il problema sorge solo quando le condizioni materiali della sua soluzione esistono già o almeno sono in formazione.

Il modo di produzione della vita materiale condiziona, in generale, il processo sociale, politico e spirituale della vita. Non è la coscienza degli uomini che determina il loro essere, ma è, al contrario, il loro essere sociale che determina la loro coscienza.