La stessa idea che ci rassicura che il male non è eterno e neppure durevole, riconosce che nel limite di tempo della vita la maggior sicurezza è data dall'amicizia.

Epicuro

Epicuro

Professione: Filosofo
Nazionalità: Greco

Suggerimenti per te :

La morte non costituisce nulla per noi, dal momento che il godere e il soffrire sono entrambi nel sentire, e la morte altro non è che la sua assenza.

Dobbiamo allo stesso tempo ridere, filosofare, amministrare la nostra casa, usare di quant'altro è a nostra disposizione e non cessare mai di proclamare le parole della retta filosofia.

Non è un buon amico né chi lo è per interesse, ma nemmeno chi non riesce ad unire mai l'interesse all'amicizia; l'uno mercanteggia l'affetto con una contropartita, l'altro si taglia ogni speranza per il futuro.

È sciocco chiedere agli dèi quello che si è in condizione di procurarsi da sé stessi.

Alcuni, durante la loro vita, s'accumulano di che vivere, senza riflettere che a tutti noi la bevanda della nascita fu versata mortale.

Non bisogna sciupare quello che si ha con il desiderio delle cose che mancano, ma riflettere sul fatto che anche ciò che si ha era prima oggetto del desiderio.

Scacciamo per sempre da noi le cattive abitudini come se fossero uomini malvagi che ci hanno nuociuto per molto tempo.

Da ogni altra cosa è possibile metterci al sicuro, ma rispetto alla morte noi tutti abitiamo una città senza mura.

Ingrata verso i beni passati è la parola che dice: guarda la fine di una vita lunga.

Partecipiamo alle sventure degli amici non piangendoci sopra, ma dandoci da fare.

La parsimonia è proporzione, chi la trascura è uguale a chi si lascia trascinare dai desideri eccessivi.

È meglio essere senza fortuna ma saggi che fortunati e stolti.

L'amicizia trascorre per la terra, annunziando a tutti noi di destarci per darci gioia l'un l'altro.

Con gli amici veri mi comporto come gli avari con il loro tesoro: perché tra tutte le cose che ci dà la saggezza, nessuna è più grande o migliore dell'amicizia!