La vera conoscenza è quella emotiva, e percettiva, e le vere percezioni sono generate dall’immagine aerografata, dallo slogan e dalle frasi avulse.

Irvine Welsh

Irvine Welsh

Professione: Romanziere
Nazionalità: Scozzese

Suggerimenti per te :

Le ossessioni del nostro tempo: il cibo, il sesso, la celebrità, ma anche il bisogno di trovare il proprio posto nel mondo.

Non far passare mai una settimana senza investire in un nuovo vinile.

Devo creare un sistema o essere fatto schiavo dal sistema di un altro.

Una vera scelta può derivare soltanto dal dubbio e dall’incertezza, senza ricorrere all’esperienza o ai consigli degli altri.

Non sono le nostre brutte abitudini a spaventarci veramente; a loro ci abituiamo, preoccupano solo gli altri.

È facile amare, o anche odiare se è per questo, qualcheduno in sua assenza, qualcheduno che non conosciamo davvero.

Un elogio sperticato da parte di un cretino senza cervello è molto più dannoso alla tua reputazione che la condanna da parte della più eletta schiera di sapienti.

La domanda retorica, l’arma preferita delle donne e dei pazzi.

I convenevoli ci impongono sempre la loro idiozia, anche nei momenti meno opportuni.

Il grande chef è anche scienziato. Ma è qualcosa di più del semplice chimico: egli è alchimista, è sciamano ed è artista, in quanto i suoi intrugli non sono volti a curare malanni del corpo o della mente, bensì allo scopo ben più trascendente di sollevare l’anima.

Non pensiamo mai alla vita in termini di scelta. Le scelte, per un po’ sembra possibile rimandarle, ma poi te le ritrovi sempre alle calcagna. E poi comprendi che hai già fatto le tue senza saperlo.

La vita è un processo dinamico, non statico, e quando non cambiamo ci ammazza. Non è una fuga, è un movimento.

Gli anni trasformano la maggior parte delle bambine in donne, ma gli uomini no: non smettono mai completamente di essere bambini.

Fare le cose non ti ferisce: resti ferito se le eviti.