Ché quale aspetta prego e l'uopo vede, malignamente già si mette al nego.

Dante Alighieri