La gente crede solo a quello che sa già.

Lo stupido può anche dire una cosa giusta, ma per ragioni sbagliate.

Il cinema è un alto artificio che mira a costruire realtà alternative alla vita vera, che gli provvede solo il materiale grezzo.

Una biblioteca non si limita a raccogliere i tuoi libri, li legge anche per conto tuo.

Le opere letterarie ci invitano alla libertà dell'interpretazione, perché ci propongono un discorso dai molti piani di lettura e ci pongono di fronte alle ambiguità e del linguaggio e della vita.

La presenza sminuisce la fama, mentre la lontananza l'accresce: le qualità perdono lucentezza se si toccano troppo, mentre la fantasia giunge più lontano della vista.

Quando entra in gioco il possesso delle cose terrene, è difficile che gli uomini ragionino secondo giustizia.

La bellezza del cosmo è data non solo dalla unità nella varietà, ma anche dalla varietà nell'unità.

Un monaco dovrebbe certo amare i suoi libri con umiltà, volendo il ben loro e non la gloria della propria curiosità: me quello che per i laici è la tentazione dell'adulterio e per gli ecclesiastici regolari è la brama di richezze, questa per i monaci è la seduzione della conoscenza.

L'italiano è infido, bugiardo, vile, traditore, si trova più a suo agio col pugnale che con la spada, meglio col veleno che col farmaco, viscido nella trattativa, coerente solo nel cambiar bandiera a ogni vento.

Sa che si può essere ossessionati dal rimorso tutta la vita, non per aver scelto l'errore, di cui almeno ci si può pentire, ma per essersi trovati nell'impossibilità di provare a sé stessi che non si sarebbe scelto l'errore.

Posso leggere la Bibbia, Omero o Dylan Dog per giorni e giorni senza annoiarmi.

I libri si rispettano usandoli, non lasciandoli stare.

Il riso squassa il corpo, deforma i lineamenti del viso, rende l'uomo simile alla scimmia.

Scoprii che più amara della morte è la donna, che è come il laccio dei cacciatori, il suo cuore è come una rete, le sue mani funi.

Poiché nessuno pensa che le sue sventure possano essere attribuite a una sua pochezza, ecco che dovrà individuare un colpevole.

Il giornalista è uno storico del presente, ma non sempre i buoni libri di storia si scrivono in un giorno, spesse volte in un'ora, spesse volte in un minuto.

Una delle prime e più nobili funzioni delle cose poco serie è di gettare un'ombra di diffidenza sulle cose troppo serie.

La superstizione porta sfortuna.

La saggezza non sta nel distruggere gli idoli, sta nel non crearne mai.

Un sogno é come un libro sacro, e molti di questi non sono altro che sogni.

I giornali non sono fatti per diffondere ma per coprire le notizie.

Ma democrazia è anche accettare una dose sopportabile di ingiustizia per evitare ingiustizie maggiori.

Si deve smantellare la serietà degli avversari con il riso, e il riso avversare con la serietà.

L'odio riscalda il cuore.

Io ho il diritto di scegliere la mia morte per il bene degli altri.

Il cellario non rispose, ma il suo silenzio era abbastanza eloquente.

La verità è una giovinetta tanto bella quanto pudica e perciò va sempre avvolta nel suo mantello.

Questo è il bello dell'anarchia di Internet. Chiunque ha diritto di manifestare la propria irrilevanza.

Gli intellettuali non risolvono le crisi, ma le creano.

Tutte le eresie sono bandiera di una realtà dell'esclusione. Gratta l'eresia, troverai l'emarginato. Ogni battaglia contro l'eresia vuole solamente questo: che l'emarginato rimanga tale.

La filosofia è sempre una forma di alto dilettantismo, in cui qualcuno, per tanto che abbia letto, parla sempre di cose su cui non si è preparato abbastanza.

Lascia parlare il tuo cuore, interroga i volti, non ascoltare le lingue...

Internet è come un immenso magazzino (di informazioni), ma non può costituire di per sé la memoria.

Nulla infonde più coraggio al pauroso della paura altrui.

Quello che esce indenne dal riso è valido. Quello che crolla doveva morire.

Ora penso invece che il mondo sia un enigma benigno, che la nostra follia rende terribile perché pretende di interpretarlo secondo la propria verità.

Malgrado molte leggende, che ancora circolano su Internet, tutti gli studiosi del Medioevo sapevano che la terra era una sfera.

Il vero è tanto più gradito quanto sia ispido di difficoltà, e più stimata è la rivelazione che assai ci sia costata.

L'amore vero vuole il bene dell'amato.

Per non apparire sciocco dopo, rinuncio ad apparire astuto ora.

L'assenza è all'amore come il vento al fuoco: spegne il piccolo, fa avvampare il grande.

Imponendo un contegno esteriore, gli abiti sono artifici semiotici ovvero macchine per comunicare.

Per me l’uomo colto non è colui che sa quando è nato Napoleone, ma colui che sa dove andare a cercare l’informazione nell’unico momento della sua vita in cui gli serve, e in due minuti.

La scuola deve insegnare ad analizzare e discutere i parametri su cui si reggono le nostre affermazioni passionali.

Il bello di un procedimento scientifico è che esso non fa mai perdere tempo agli altri: anche lavorare sulla scia di una ipotesi scientifica per scoprire poi che bisogna confutarla significa avere fatto qualcosa di utile sotto l'impulso di una proposta precedente.

Quello dell’identità europea è un problema antico. Ma il dialogo tra letterature, filosofie, opere musicali e teatrali esiste da tempo. E su di esso si fonda una comunità che resiste alla più grande barriera: quella linguistica.

Quando la maggioranza sostiene di avere sempre ragione e la minoranza non osa reagire, allora è in pericolo la democrazia.

Quando i veri nemici sono troppo forti, bisogna pur scegliere dei nemici più deboli.