Non è il cammino che è difficile, è la difficoltà che è il cammino.

La fede comincia là dove la religione finisce.

In autunno tutto ci ricorda il crepuscolo - e tuttavia, mi sembra la stagione più bella; volesse il cielo allora, quando io vivrò il mio crepuscolo, che ci fosse qualcuno che mi ami come io ho amato l'autunno.

Misteri ha l'amore, e il primo invaghimento non è certo il minore.

E so nello stesso tempo che il più grande godimento che si possa immaginare nell’amore è quello di essere amati sopra ogni cosa al mondo.

Un amico, di fatto, non è quello che tra filosofi chiamiamo l'altro necessario; è l'altro superfluo.

Grande è la fedeltà della donna soprattutto quando non è richiesta.

Il passato può angosciare solo in quanto si ripresenta come futuro, cioè come una possibilità di ripetizione. Cosi una colpa passata genera angoscia, solo se non è veramente passata, giacché se fosse tale potrebbe generare pentimento e non angoscia.

La filosofia è la balia asciutta della vita, veglia sui nostri passi, ma non ci può allattare.

Ci vuole più coraggio per soffrire che per agire.

Gli uomini hanno il dono della parola non per nascondere i pensieri, ma per nascondere il fatto che non li hanno.

Legge eterna nell'amore è che due esseri debbano sentirsi come venuti al mondo l'uno per l'altro solo nel primo istante in cui hanno cominciato ad amarsi.

La felicità è un fantasma che esiste soltanto quando è già stato.

Nell'intimo cuore, nel segreto più segreto della felicità, abita l'angoscia, che è disperazione: questo è il luogo più caro alla disperazione, quello che preferisce fra tutti: profondamente dentro alla felicità.

Niente porta con sé tanta seduzione e tanta maledizione quanto un segreto.

Che cos'è la fede? Una corda alla quale si rimane appesi, quando non ci si impicca. Che cos'è la verità? Un segreto che il morente porta con sé. Che cos'è l'amicizia? Un tormento in più! Che cos'è l'attesa? Una freccia che vola e che resta conficcata nel bersaglio. Che cos'è la sua realizzazione? Una freccia che oltrepassa il bersaglio.

È innegabile che nel mondo esiste tanta gente meschina che vuole trionfare su tutto quello che si eleva di un solo palmo dalla mediocrità.

La maturità consiste nella scoperta che arriva un momento critico dove tutto viene ribaltato, dopo il quale il punto diventa quello di capire sempre di più che c’è qualcosa che non può essere capito.

Non c'è nessuna arte nel sedurre una fanciulla. È solo questione di fortuna trovarne una degna di essere sedotta.

Questo è il luogo più caro alla disperazione, quello che preferisce fra tutti: profondamente dentro alla felicità.

Meglio dare che prendere; ma talvolta può esserci più umiltà nel ricevere che nel donare.

Nessuno al mondo è in grado di dirti perché esisti, ma visto che sei qui, lavora per dare un senso alla tua esistenza.

La vecchiaia realizza i presentimenti della gioventù.

La speranza è un astuto traditore più perseverante perfino dell'onestà.

Diamo a tutti una possibilità. Quando l'uomo rimane senza una possibilità è come se gli mancasse l'aria per respirare. La reale possibilità è la fede... nell'amore per la giustizia, in Dio a cui tutto è possibile.

La maggioranza politica è la più pazzesca di tutte le categorie, e il numero è la negazione della verità.

Cos'è la giovinezza? Un sogno. Cos'è l'amore? Il contenuto del sogno.

La verità è un segreto che il morente porta con sé.

Chi non sceglie vuol dire che soggiace alle scelte degli altri.

Nell'amore infelice la poesia ha trovato da sempre l'oggetto del suo felice amore.

Fin dall'infanzia sono preda della forza di un'orribile malinconia, la cui profondità trova la sua vera espressione nella corrispondente capacità di nasconderla sotto apparente serenità e voglia di vivere.

Finché l'eterno e lo storico rimangono esteriori l'uno all'altro, lo storico non è che l'occasione.

Conquistare l’anima di una ragazza è un’arte, sapersene liberare è un capolavoro.

Quando nell'amore si smette di combattere, l'amore non c'è più.

È bastato uno sguardo, o un gesto, o un breve colloquio. La loro anima se n’è andata, per un istante, per un’ora.

L'esperienza più dolorosa per un uomo è ricordare il futuro, specialmente il futuro che non si potrà mai avere.

Non c'è nulla che spaventi di più l'uomo che prendere coscienza dell'immensità di cose che è capace di fare e di diventare.

La gente esige la libertà di parola per compensare la libertà di pensiero, che invece rifugge.

Siamo tanto poveri di occasioni favorevoli che quando una si mostra conviene in verità approfittarne, visto che purtroppo non c'è nessuna arte nel sedurre una fanciulla, ma è solo questione di fortuna trovarne una degna d'essere sedotta.

I geni non possono propriamente leggere un libro infatti durante la lettura svilupperebbero maggiormente se stessi piuttosto che capire lo scritto.

La "Folla" è, nella sua essenza, sempre sviata. Se è ben guidata, non è più "Folla"; quando, rispetto all'eternità, è ben guidata, non può dirsi "Folla".

La fede è la più alta passione d'ogni uomo. Ci sono generazioni di uomini che arrivano ad essa, ma nessuno va oltre.

La donna capisce il finito, lo comprende fin nelle radici: per questo essa è adorabile, e tale, a guardar bene, è ogni donna; per questo è graziosa, e nessun uomo lo è; per questo è felice, come nessun uomo può o deve essere; per questo è in armonia con l'esistenza, come nessun uomo può o deve essere.

Che cos'è la speranza? un astuto traditore che è più perseverante perfino dell'onestà.

Nella vita l'unica cosa certa è la morte, cioè l'unica cosa di cui non si può sapere nulla con certezza.

La felicità è una porta che si apre dall'interno: per aprirla bisogna umilmente fare un passo indietro.

L'uomo non fa quasi mai uso delle libertà che ha, come per esempio della libertà di pensiero; pretende invece come compenso la libertà di parola.

Togli il paradosso da un pensatore e avrai un professore.

La speranza è un seccatore indiscreto di cui non ci si può liberare.