Un giorno la gente come me si solleverà e vi rovescerà, e sarà la fine della tirannia delle macchine omeostatiche.

Se un bambino non reagiva come voluto, allora lo si etichettava come autistico: vale a dire, orientato secondo un fattore soggettivo che sopraffaceva il suo senso della realtà oggettiva.

La vita degli androidi è sogno.

La realtà è quella cosa che, anche se smetti di crederci, non svanisce.

La vita è soltanto forte e nient'altro; c'è soltanto quel viaggio, ed è forte. Così forte che porta alla tomba. Per tutti e per tutto.

Le mogli vengono picchiate dai mariti; la polizia uccide neri e latino-americani; i vecchi frugano nei bidoni della spazzatura o mangiano cibo per cani: la vergogna impera, regna. Il suicidio è solo uno di una miriade di eventi vergognosi.

Il metabolismo è un processo di combustione, una fornace attiva. Quando cessa di funzionare, la vita si interrompe.

Il passato è latente, è sommerso, ma ancora lì, in grado di riaffiorare in superficie una volta che lo stampo più tardo sia malauguratamente – e contro l’esperienza ordinaria – scomparso.

Non cercare di farmi cambiare. Non cercare mai di farmi cambiare. Di cambiare me o la mia morale. Io sono ciò che sono.

Realtà è quello che non scompare quando smetti di crederci.

Spruzza del veleno su un pidocchio, e quello muore; spruzzalo su un uomo, sul suo cervello, e costui diventerà un insetto.

L'arte, come la teologia, è una frode ben confezionata.

Lo sai cosa ne pensa la gente di chi non si prende cura di un animale; lo considerano immorale e anti-empatico.

Gli agenti finivano progressivamente col prendere a loro volta la stessa roba che spacciavano, assumendo così pienamente, com’era naturale che fosse, quello stile di vita. Diventavano in tal modo ricchi spacciatori tossicodipendenti, pur restando degli agenti della Narcotici.

Silenzio. Riverberava come un bagliore dalle pareti e dai pannelli di legno; lo percuoteva con una tremenda energia assoluta, come venisse generato da un’immensa turbina. Saliva dal pavimento, dalla consunta moquette grigia.

La Mente non parla a noi, ma per mezzo di noi. La sua parola ci attraversa e il suo dolore ci infonde irrazionalità. Come Platone aveva intuito, vi è una vena di irrazionale nell’Anima del Mondo.

Il Duce... era un buffone, lo sappiamo tutti.

L’empatia esisteva solo nel contesto della comunità umana, mentre qualche grado di intelligenza si poteva trovare in qualsiasi specie e ordine animale.

I vostri nemici non sono gli uomini, ma gli uomini ignoranti. Non confondete gli uomini con la loro ignoranza.

Il cambiamento è l'unico elemento costante della nostra vita.

La persona più pericolosa è quella che ha paura della propria ombra.

Il futuro e il passato si confondevano; ciò di cui aveva già avuto esperienza e ciò di cui avrebbe avuto esperienza si sovrapponevano, così che nulla restava tranne l’attimo, lo stare immobile.

Il mondo fenomenico non esiste; è un’ipostasi delle informazioni elaborate dalla Mente.

Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.

Mi dispiace dirlo ma non conosco nulla sugli scrittori di fantascienza. Noi non possiamo parlare della scienza perché le nostre conoscenze sono limitate e non ufficiali, e solitamente la finzione è vista in modo terribile.

Io sono un occhio.

Il vero autismo è uno stato di indifferenza per le iniziative della collettività, è un’esistenza privata.

Nostra è la maledizione, e ancora siamo maledetti, come lo siamo sempre stati, e così saremo tutti spinti verso la morte, conoscendo poco o nulla, e quel poco, e quel nulla, conoscendolo male.

In questa vita ci mostrano soltanto i trailer.

Si sentì a un tratto come una falena impotente, che svolazza sui vetri della finestra della realtà, osservando dall’esterno un mondo sfocato.

Gli esseri umani dovrebbero cessare di adorare tutte le divinità, tranne l’umanità stessa.

L’universo è informazione e noi tutti siamo stazionari all’interno di esso, non tridimensionali e non nello spazio o nel tempo. L’Informazione che ci viene fornita la ipostatizziamo come mondo fenomenico.

Lo strumento basilare per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se controlli il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.

L'abuso della droga non è una malattia, ma una decisione, come quella di andare incontro ad una macchina che si muove. Questo non si chiama malattia, ma mancanza di giudizio.

Gli androidi dotati della nuova unità Nexus-6 erano più evoluti – se si considerava la questione da un punto di vista generale, distaccato e pragmatico – di una fetta consistente – ma inferiore – del genere umano.

In qualche altro mondo probabilmente è diverso. Meglio di così. Esisteranno chiare alternative fra bene e male. Non queste oscure commistioni, queste mescolanze, senza gli strumenti adeguati per distinguerne le componenti.

Per sopravvivere in questo fascista stato di polizia devi essere sempre in condizioni di pensare a un nome, al tuo. In ogni occasione.

Noi non abbiamo il mondo ideale, come vorremmo che fosse, dove la moralità è semplice perché semplice è la conoscenza. Dove ognuno può fare ciò che è giusto senza sforzo perché riconosce l’evidenza.

Non governanti e governati, ma persone.

L’uomo contiene – non il ragazzo – ma gli uomini precedenti.

I marziani non possono fornire una documentazione da cui risulti che i loro nonni sono ariani. E così il maggiore tedesco riferisce a Berlino che Marte è popolato da ebrei.

È stupefacente che quando qualcun altro tira fuori le stesse scemenze a cui uno crede, vengano percepite subito come scemenze.

A volte la risposta appropriata alla realtà è diventare pazzi.

A volte è meglio fare la cosa sbagliata piuttosto che quella giusta.

Come può mai la giustizia soccombere in nome di ciò che è giusto? Come è possibile una simile contraddizione?