Libertà, una puttana che si lascia prendere solo sopra un letto di cadaveri.

Era un sogno e nei sogni non si ha scelta; o non ci sono decisioni da prendere, oppure le decisioni sono state già prese molto prima che il sogno avesse inizio.

Se tu cambi il mondo, il mondo cambierà.

Voglio vedere la vita. Voglio stringerla tra le mani. Voglio lasciare un’impronta sulla sabbia di un’isola deserta. Voglio giocare a pallone con la gente. Voglio… voglio tutto.

La gente vuole dimenticare l’impossibile. Rende più sicuro il loro mondo.

Nemmeno gli adulti, dentro, hanno l’aspetto da adulti. Fuori sono grandi e grossi, sventati e sicuri di sé.

Non ho paura di cadere. Quello di cui ho paura è il momento in cui smetti di cadere e cominci ad essere morto.

E' un dovere che abbiamo gli uni verso gli altri raccontarci storie.

Portava scarpe di cuoio nero, tirate a lucido come specchi scuri: vi si poteva vedere riflessa la luna, una minuscola falce.

Non arriverà mai il momento in cui riuscirai a dimenticare, in cui smetterai di cercare in cuor tuo qualcosa che non puoi avere, qualcosa che non puoi nemmeno immaginare fino in fondo, la cui mancanza ti guasterà il sonno e i giorni e la vita, finché non chiuderai gli occhi per l’ultima volta.

Gli dèi muoiono. E quando muoiono davvero nessuno li piange o li ricorda.

Se i sensi ci mentono, allora non abbiamo niente di cui fidarci. E anche se non crediamo a ciò che ci dicono, non abbiamo altro modo per viaggiare che quello di seguire la strada che essi ci indicano, ed è una strada che dobbiamo percorrere fino in fondo.

Ho una sensazione, la sensazione che noi due siamo destinati a stare insieme. Che abbiamo già combattuto fianco a fianco nel passato, o nel futuro, non so.

Sei la persona più coraggiosa che conosco, e sei mio amico. Non mi importa se sei immaginario.

Quando si muore, è tutto concluso. Finito. Hai fatto quel che hai fatto, sognato il tuo sogno, scritto il tuo nome.

Il cuore si può nascondere, ma viene tradito dalla lingua.

Esistono cose chiamate misteri. Ci sono cose di cui è proibito parlare. Ci sono cose che la gente non ricorda.

Non ce n’è nemmeno uno in tutto il mondo.

Nessun uomo può dirsi felice fino a quando non è morto.

In un mondo veramente perfetto dovrebbe essere possibile fottere gli altri senza dargli neanche un pezzetto del tuo cuore.

Tu sei vivo. Questo significa che hai potenzialità infinite. Puoi fare qualsiasi cosa, realizzare qualsiasi cosa, sognare qualsiasi cosa.

È più difficile uccidere le idee, ma prima o poi si uccidono anche quelle.

Ogni bacio scintillante e ogni contatto con la carne è un altro stralcio di cuore che non rivedrai più.

Sono un uomo razionale, ma ho imparato ad apprezzare il valore di un buon compagno, e dal primo momento che vi ho visto ho capito che potevo fidarmi di voi quanto di me stesso.

È sempre stata la prerogativa dei bambini e degli stupidi lo svelare che l'imperatore è nudo. Ma lo stupido resta uno stupido, e l'imperatore rimane un imperatore.

Hai un buco nel cuore. Dentro di te c’è la porta di accesso a terre al di là del mondo che conosci.

Una città non è una città senza una biblioteca. Magari pretende di chiamarsi città lo stesso, ma se non ha una biblioteca sa bene di non poter ingannare nessuno.

I miti mi piacevano. Non erano storie da adulti e non erano storie per bambini. Erano molto meglio. Erano, e basta.

È sui sensi che fondano le nostre convinzioni, sono gli unici strumenti di cui disponiamo per fare esperienza: la nostra vista, il tatto, la memoria.

Pensavo agli adulti. Chissà se era proprio così, se davvero erano tutti bambini racchiusi in un corpo da adulto, come libri per bambini nascosti dentro lunghi e barbosi libri per i grandi, di quelli senza disegni e senza dialoghi.

Il vero pane è bianco, preaffettato e non sa quasi di niente: sono questi i requisiti essenziali.

I ricordi d’infanzia a volte sono coperti e nascosti sotto le cose che vengono dopo, come vecchi giocattoli dimenticati sul fondo del caotico e traboccante ripostiglio dell’adulto che diventi, ma non sono mai perduti per sempre.

Il problema con gli esseri viventi è che non durano a lungo. Oggi sono micetti, domani gatti vecchi. Dopodomani solo ricordi. E i ricordi sbiadiscono, si imbrogliano, si confondono.

Il suo sorriso avrebbe fermato una rivoluzione.

Chi crede che se va a vivere da qualche altra parte sarà felice, poi scopre che non è così che funziona. Ovunque tu vada, porti te stesso con te.

Ciascuno di noi incontra la Signora dal cavallo bianco alla fine dei suoi giorni, e non è possibile dimenticarla.

Affronta la vita, Son affanni e piaceri, Che non sian inesplorate Le strade di ieri.

Che senso avrebbe l'inferno se i dannati non fossero in grado di sognare il paradiso?

C’è sempre qualcuno che giudica la propria vita tanto intollerabile da pensare che la soluzione migliore sia accelerare il trapasso a un altro livello di esistenza.

Dell’infanzia mi manca più che altro la capacità di trovare piacere nelle piccole cose, nonostante cose più importanti stessero andando in malora.

Ci sono alcuni che sono come sono. E ci sono altri che non sono quello che sembrano. E altri ancora che sembrano soltanto quello che sembrano.

Dèi delle carte di credito e delle autostrade, di Internet e del telefono, della radio e dell’ospedale e della televisione, dèi fatti di plastica, di suonerie e di neon. Dèi pieni di orgoglio, creature grasse e sciocche, tronfie perché si sentono nuove e importanti.