La vita reale appare spesso un'imitazione dell'arte. Oggi, dell'arte del manifesto.

Non c'è assolutamente nulla di inevitabile fintanto che c'è la volontà di contemplare ciò che sta accadendo.

La pubblicità è la più grande forma d'arte del ventesimo secolo.

L'uomo non è una creatura sulla terra che ha un linguaggio, l'uomo è linguaggio.

L'automobile è divenuta il carapace, il guscio protettivo ed aggressivo, dell'uomo urbano e suburbano.

Quello di cui c'è bisogno non è attaccare la lampante imbecillità, ma spiegare ciò che la sostiene.

Non ci sono passeggeri sulla nave spaziale Terra. Siamo tutti parte dell'equipaggio.

La tecnologia è un invisibile tiranno che porta i suoi effetti distruttivi nei più profondi recessi della psiche, più di quanto possano fare i denti a sciabola della tigre o dell'orso.

L'uomo "normalmente diviso" è urbano, borghese, visivo, preoccupato delle apparenze, della rispettabilità e della conformità. Via via che diviene individuale e specialistico, diviene anche omogeneo.

I piccoli segreti sono i più difficili da mantenere. Per quelli grandi basterà sempre l’incredulità della gente.

Il lavoro è il narcotico per la noia.

Trasformare il mezzo attraverso il quale si sviluppa, si conserva e si comunica la conoscenza, significa trasformare la conoscenza.

Ogni tecnologia ha il potere di ottundere la consapevolezza umana.

È soltanto la visione critica che può mitigare il processo non ostacolato dell'automatismo.

Ogni medium è un'arma poderosa per aggredire altri media.

L'accettazione docile e subliminale della loro influenza ha trasformato i media in prigioni senza muri per gli uomini che ne fanno uso.

Non essere consapevoli vuol dire non esistere.

La nuova interdipendenza creata dall'elettronica ricrea il mondo ad immagine di un villaggio globale.

In una cultura abituata da secoli a frazionare ogni cosa al fine di controllarla, può essere sconcertante scoprire che il medium è il messaggio.

Ogni miglioramento nelle comunicazioni aumenta le difficoltà di comprensione.

Soltanto i segreti insignificanti hanno bisogno di protezione. Le grandi scoperte sono protette dalla pubblica incredulità.

I soldi sono la carta di credito di un uomo povero.

Il contenuto di un medium è sempre un altro medium.

L'America è l'unico paese fondato sulla parola stampata.

I circuiti elettrici hanno rovesciato il regime del 'tempo' e dello 'spazio' e riversano su di voi istantaneamente e continuamente le preoccupazioni di tutti gli altri uomini. Hanno ricostruito il dialogo su scala globale. Il loro messaggio è la Trasformazione Totale, che mette fine al parrocchialismo psichico, sociale, politico ed economico.

Fotografia, foto-grafia, significa scrivere con la luce. La fotografia, il cinema, conferiscono una specie di immortalità, una preminenza alle immagini e non alla vita reale.

La pubblicità e Hollywood tentano costantemente di penetrare l'inconscio di un vasto pubblico, non per capirne le menti, ma per imporre determinati sogni collettivi e sfruttarli a fini di lucro.

La stampa è la tecnologia dell'individualismo.

I nordamericani hanno una particolare predisposizione: vanno fuori per stare soli e vanno a casa per essere socievoli.

Ogni parola parlata è una divinità momentanea.

La gioventù americana attribuisce molta più importanza ad arrivare all'età della patente di guida che all'età del voto.

Noi diventiamo ciò che vediamo. Diamo forma ai nostri strumenti e poi i nostri strumenti danno forma a noi.

La televisione sta insegnando per tutto il tempo. Fa più educazione delle scuole e di tutte le istituzioni di insegnamento superiore.

La televisione è sensuale come le calze a rete.

La moda e la pubblicità producono uniformità, mentre pretendono di soddisfare la passione del pubblico per la diversità.

L'automobile è diventata un articolo di vestiario senza il quale ci sentiamo nudi, incerti, incompleti.

Le parole e la saggezza non si incontreranno mai.

La televisione porta la brutalità della guerra nel confort del salotto. Il Vietnam è stato perduto nei salotti d'America, non sui campi di battaglia del Vietnam.

Per l'uomo tribale, lo spazio era il mistero incontrollabile. Per l'uomo tecnologico, è il tempo a occupare lo stesso ruolo.

Sono i deboli e i confusi che venerano le finte semplicità della franchezza brutale.

Il vincitore è colui che sa quando smettere in modo da restare in contatto.

Il pubblico è un numero bombardato da numeri.

Un punto di vista può essere un lusso pericoloso se si sostituisce all'intuizione e alla comprensione.

Alcuni dei miei colleghi accademici sono molto ostili, ma io simpatizzo con loro. Sono stati addormentati per 500 anni e non piace loro chiunque arrivi e li stiracchi un po’.

I sondaggi di opinione creano la non-persona: l'uomo che non è mai esistito.

Nulla retrocede come il successo.

Nella società odierna la diffusa affettazione dei comportamenti è un immenso catafalco di servilismo sorridente e di adulazione sollecita che soffoca ogni movimento spontaneo di pensiero o di sentimento.

La psicoanalisi sembra confinata a essere un codice antiquato che fornisce lo svago catartico di un gioco, anziché una guida alla vita.

Oggi i modelli di eloquenza non sono i classici, ma le agenzie pubblicitarie.