Il saggio conosce se stesso, ma non si mostra; ha rispetto di sé stesso, ma non si ritiene prezioso.

Quella che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.

Il più grande dei problemi del mondo poteva essere risolto quando era piccolo.

Fa più rumore una albero che cade, piuttosto che una foresta che cresce.

Chi vince gli altri è potente, chi vince sé stesso è forte.

Più lontani si va e meno si apprende e ci avvicina alla verità. Per questo l'uomo saggio non cammina e arriva.

La gentilezza delle parole crea fiducia. La gentilezza dei pensieri crea profondità. La gentilezza del donare crea amore.

Colui che conosce il proprio obiettivo si sente forte; questa forza lo rende sereno; questa serenità assicura la pace interiore; solo la pace interiore consente la riflessione profonda; la riflessione profonda � il punto di partenza di ogni successo.

Il saggio non si mette in mostra e perciò risplende. Non si afferma e perciò si manifesta. Non si vanta e perciò gli viene dato merito. Non si gloria e perciò viene esaltato.

Chi sa d'esser maschio e si mantiene femmina è la forra del mondo, essendo la forra del mondo la virtù mai non si separa da lui ed ei ritorna ad essere un pargolo.

La più grande rivelazione è il silenzio.

Chi riconosce gli altri è dotto. Chi riconosce se stesso è saggio. Chi batte gli altri ha forza fisica. Chi batte se stesso è forte. Chi è soddisfatto è ricco. Chi non perde il suo centro dura.

Fai le cose difficili quando sono facili, e inizia le grandi cose quando sono piccole. Un viaggio di mille miglia deve iniziare con un singolo passo.

Chi conosce gli altri è sapiente, chi conosce sé stesso è illuminato. Chi vince gli altri è potente, chi vince sé stesso è forte.

Abbraccia la semplicità e sii come un legno grezzo, riduci l'egoismo e abbi pochi desideri, abbandona la sapienza e sgombra l'animo dalle preoccupazioni.

Il vero saggio per sé non provvede: se si spende negli altri, per sé acquista; e, più dona, più ottiene per se stesso.

Per guidare gli altri cammina alle loro spalle.

La via del cielo consiste nel nutrire e nel non recare danno.

Se hai un problema e puoi risolverlo è inutile che tu ti preoccupi, se non puoi risolverlo è altrettanto inutile la tua preoccupazione.

Chiunque pratichi la non azione È occupato a non essere occupato.

Il saggio non accumula; poiché considera tutto degli altri, tanto più ha egli stesso; poiché dà tutto agli altri, tanto più ha egli stesso.

Un buon viaggiatore non ha piani precisi e il suo scopo non è arrivare.

Ricchezza e onori e in più arroganza si lasciano dietro rovina. A opera compiuta, ritirarsi: questa è la via del cielo.

Il movimento vince il freddo, lo star fermi vince il calore. Chi è calmo e tranquillo diventa la guida del mondo.

Chi sa non parla, chi parla non sa.

Con il buono io sono buono, e sono buono anche con il non buono, così ottengo bontà.

Il motivo per cui non è facile alla gente vivere in pace, sta nel suo troppo sapere.

La via che si può considerare la via non è una via invariabile; i nomi che si possono considerare nomi non sono nomi invariabili.

Sapere di non sapere è la cosa migliore. Fingere di sapere quando non si sa è una malattia.

Il viaggio è la ricompensa.

Chi non ha fiducia non ottiene fiducia.

Quando sei contento di essere semplicemente te stesso e non fai confronti e non competi, tutti ti rispetteranno.

Se correggi la mente, il resto della tua vita andrà a posto.

Per raggiungere la conoscenza aggiungi qualcosa ogni giorno. Per conquistare la saggezza togli qualcosa ogni giorno.

Fai il tuo lavoro, e poi fai un passo indietro. L'unica strada per la serenità.

Un vincente trova sempre una strada, un perdente trova sempre una scusa.

Se sei depresso stai vivendo nel passato. Se sei ansioso stai vivendo nel futuro. Se sei in pace, stai vivendo nel presente.

La gentilezza di pensiero crea fiducia! La gentilezza di parole crea cortesia.

Il saggio si attiene alla pratica del non-fare ed esercita un insegnamento senza parole.

Niente esiste al mondo niente di più adattabile dell'acqua. E tuttavia quando cade sul suolo, persistendo, niente può essere più forte di lei.

Il saggio pospone se stesso, ma è sempre davanti; esclude se stesso, ma si tiene lontano dai pericoli. Non è forse perché è senza fini personali che può realizzare i propri fini?

La gente è difficile da comandare perché possiede troppa conoscenza.

Possiamo dire che una cosa è bella, in quanto abbiamo l'idea di cosa sia una cosa brutta, e lo stesso dicasi per il bene e per il male.

La massima delle realizzazioni ha ancora un futuro tutto da realizzare.

Colui che vince gli altri è potente, chi vince sé stesso è forte.

Non cercare di splendere come la giada, ma sii semplice come la pietra.

Se le acque sono calme, riflettono la luna. Allo stesso modo, se noi ci plachiamo, riflettiamo il divino.

-Non-essere- è il nome che diamo all'origine del cielo e della terra, -essere- è il nome che diamo alla madre di tutte le creature.

Comprendere gli esseri umani è intelligenza, comprendere se stessi è saggezza.