Mostrare pietà è una debolezza.

Il fatto solo di sapersi un amante folle d’amore lo inorgogliva come il possesso d’un titolo nobiliare.

Aveva quella diffusa chiusura mentale dalla quale tutte le creature umane sono indotte a credere che la propria razza, la propria fede religiosa e le proprie idee politiche siano le migliori e le sole giuste e che i loro simili sparsi nel resto della terra si trovano in una situazione meno fortunata della loro.

La vita viveva della vita. Vi erano quelli che divoravano e quelli che erano divorati.

Uomini cosiddetti normali, di quelli che hanno cuore e cervello sempre freddi, che non fumano, non bevono, non si alterano mai, vanno bene per tutto, tranne che per dare prova di coraggio.

Uccidere o essere ucciso, mangiare o essere mangiato, era la legge.

Era la saggezza imperiosa dell’eternità che irrideva alla futilità della vita e agli umani sforzi.

Non ti astenere. La vita e l'amore, si offrono a noi, la notte e il giorno, pongono la loro condizione. Accogliamo i loro doni, non chiediamo più.

Nessun uomo è in grado di crearsi delle occasioni favorevoli solo da se stesso. Tutto ciò che hanno fatto i grandi uomini è stato di riconoscere la fortuna quando si presentava e coglierla al volo.

Lottare significa vivere, e vivere soffrire.

Un osso al cane non è carità. Carità è l'osso diviso con il cane, quando sei affamato quanto il cane.

Ah, gli uomini sono delicati, fragili e vulnerabili come granchiolini.

Noi miseri esseri umani raggiungiamo i nostri obiettivi passando attraverso stragi e devastazioni per portare sulla terra pace e felicità durature.

Tutto il mio lavoro manuale era forte, nulla di ciò era bello, ma sapevo che avrebbe funzionato e mi sentivo un uomo di potere mentre lo guardavo.

E' più facile appoggiarsi a un altro che stare in piedi da solo.

C'è un'estasi che segna il culmine della vita, e oltre il quale la vita non può andare. E il paradosso dell'esistenza è che tale estasi giunge quando si è più vivi e consiste nella più completa dimenticanza dell'essere vivi.

A dispetto di tutti, io calpesterò ancora, e più d'una volta, questa nostra terra. E vi camminerò, in carne e ossa, come per il passato, principe o contadino, sapiente o stupido; a volte sulla vetta della scala sociale, a volte stritolato dalla ruota del destino.

Pensano che dal loro modo di fare il male possa scaturire il bene.

Non puoi aspettare che arrivi l'ispirazione. Devi andarne in cerca con un bastone.

Riuscire a dimenticare è segno di uno spirito forte ed equilibrato.

Il desiderio è il padre del pensiero.

Dalla creazione del mondo, la barbarie umana non ha fatto un solo passo verso il progresso. Nel corso dei secoli, l'abbiamo soltanto ricoperta con una mano di vernice, nient'altro.

Quell’uomo mi interessava moltissimo. Chi era? Che cosa era? Cosa era venuto a fare su questo mondo? Sembrava che gli appartenesse ogni potere e che tutte le forze fossero in lui. Ma perché allora non era altro che un oscuro proprietario di una goletta per la caccia alle foche e con una reputazione di spaventosa brutalità?

Mi trovo sull'orlo di un mondo talmente nuovo, terribile e meraviglioso che ho quasi paura a guardarci dentro.

Chi sarò nella mia prossima vita? Ecco il punto interrogativo che mi preoccupa.

L’uomo, in cui la vita scorre più irrequieta, l’uomo, ribelle alla legge che stabilisce che ogni movimento deve alla fine cessare.

L'uomo fortunato è colui che è incapace di bere due bicchieri senza ubriacarsi.

Vi è una pazienza della foresta, ostinata, instancabile, continua come la vita stessa.

Quando nelle lunghe notti gelate levava il muso alle stelle gettando lunghi ululati nello stile dei lupi, erano i suoi antenati morti e ridotti in polvere, che levavano il muso alle stelle e ululavano nei secoli attraverso di lui.

Non aveva saggezza, e l'unico modo di ottenerla era a spese della giovinezza: ma una volta saggio, non sarebbe stato più giovane.

La ragione non ha nulla a che fare coll’amore: l’amore è superiore alla ragione.

La paura! Quell’eredità della vita selvaggia a cui nessun animale può sfuggire.

Creatura quanto mai strana è l’uomo: insaziabile, sempre inappagato, irrequieto, mai in pace con Dio o con se stesso, di giorno tende senza posa a inutili mete, di notte si abbandona a un’orgia di desideri proibiti e malvagi.

Sapeva temporeggiare con una pazienza che altro non era se non la magnifica pazienza primitiva.

La pietà non esisteva nella vita primordiale. Veniva scambiata per paura e il malinteso poteva significare morte.

L'adolescenza è l'epoca in cui si conquista a morsi l'esperienza.

L'arte è un destino dove non esiste altro che la libertà.

L'incanto che emana da una donna è ineffabile, è diverso dalla percezione che sfocia nella ragione. Questo stato nasce dalla sensazione e culmina nell'emozione, la quale , è giocoforza ammetterlo, altro non è che sensazione al suo livello più alto.

Un uomo con un bastone detta legge, è un padrone da obbedire, ma non è necessario cercare di accattivarselo.

Quell’irrequietezza era diventata acuta, dolorosa, giacché sapeva finalmente, chiaramente, che cosa gli occorresse: la bellezza, la cultura intellettuale e l’amore.

La vita? Bah! Non ha valore. Delle cose a buon mercato è la meno cara. Dovunque va elemosinando, la natura la elargisce con mano generosa. Dove c’è posto per una vita, lei ne semina un migliaio, ed è la vita che divora la vita fino a che rimane la vita più forte e animalesca.

Questo solo capì. Di essere caduto nella tenebra. E nell'istante in cui seppe, cessò di sapere.

Partito diritto per volare verso una stella, era naufragato in un pantano pestilenziale.

Il valore di una vita è quello che quella vita da a se stessa.

La morte assoluta non esiste. La vita è Spirito, e lo Spirito non può morire.

La stampa degli Stati Uniti è un'escrescenza capitalistica. La sua funzione è di servire lo stato attuale delle cose, manipolando l'opinione pubblica; e l'esegue a meraviglia.

Con l'immortalità davanti a me io posso elevare la mia anima ad ogni genere di altitudini.